Dove dormire a Milano

Duomo di Milano

Dove dormire a Milano, i consigli per scegliere la zona giusta.

Vorresti visitare Milano ma non sai ancora in che zona scegliere l’Hotel?

Nessun problema, questo articolo allora fa al caso tuo!

Dall’Expo 2015, Milano ha avuto una crescita esponenziale del turismo, divenendo la seconda città italiana più visitata, dietro solo all’inarrivabile Roma, e si piazza nella Top 10 delle destinazioni europee più scelte per soggiorni o brevi vacanze. Leggi tutto

Naviglio Pavese: al via i lavori per la nuova ciclopedonale

La ciclovia VenTo arriverà anche a Milano

E’ stato presentato venerdì 21 giugno 2019 il progetto della pista ciclabile che avrà luogo lungo l’Alzaia Naviglio Pavese, nel tratto compreso tra via Darwin e via Gattinara e successivamente fino al confine comunale con Assago, dove la “parola” poi passerà a quest’ultimo per consentire il collegamento totale con la pista ciclo-pedonale che da Milanofiori porta a Pavia, dove intercetterà la Ciclovia VenTo e (tra l’altro) la via Francigena.

**AGGIORNAMENTO MAGGIO 2022: I lavori termineranno entro la fine dell’anno (2022) e il costo complessivo del progetto è di 2,5 milioni di euro, di cui 750.000 provenienti da un fondo statale per la sicurezza stradale erogato dalla Regione** Leggi tutto

Naviglio Pavese – Rozzano: Chiusura temporanea del ponte di attraversamento

Chiusura temporanea del ponte di attraversamento sul Naviglio Pavese a Cassino Scanasio

Dopo un’attenta analisi da parte degli addetti ai lavori del Consorzio di Bonifica Est Ticino VIlloresi, è stata disposta a tempo indeterminato la chiusura del ponte di pietra (costruito nel 1809) che attraversa il Naviglio Pavese a Rozzano, nella frazione di Cassino Scanasio.

Il Ponte di pietra di Cassino Scanasio, costruito nel 1809

Cosi si legge sul sito del Consorzio:

Con ordinanza del Presidente del Consorzio n. 16 del 9 aprile 2019, a seguito dell’effettiva constatazione di un avanzato stato di degrado, è stata disposta a tempo indeterminato la chiusura – opportunamente segnalata previo anche sbarramento – del ponte di attraversamento del Naviglio Pavese in località ScanasioComune di Rozzano (MI), alla progr. Km 7+500, per permettere i necessari interventi di messa in sicurezza infrastrutturale. Leggi tutto

Aqua: la visione di Leonardo Da Vinci

La più bella e discussa installazione del Fuorisalone che non dovete assolutamente perdere

Nell’anno in cui si celebrano i 500 anni dalla scomparsa del genio poliedrico Leonardo Da Vinci, il Salone del Mobile di Milano gli rende omaggio con un’installazione creata proprio all’interno della Conca dell’Incoronata , le cui porte lignee sono state progettate proprio da Leonardo da Vinci.

Credit: Balich Worldwide Shows

Aqua: Leonardo da Vinci’s water vision”

E’ il titolo dell’installazione ideata dal “designer di emozioni” Marco Balich e sviluppata insieme a Balich Worldwide Shows , visitabile dal 6 al 14 aprile in via San Marco 46, in occasione della Milano Design Week 2019. L’attrazione, inaugurata dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala e dal presidente del Salone del mobile, Claudio Luti, vede l’acqua come protagonista assoluta, l’elemento naturale a lungo studiato da Leonardo in qualità di artista, architetto, scienziato e ingegnere. Leggi tutto

Inizia l’asciutta autunnale

Da oggi inizieranno le manovre per l’asciutta autunnale dei Navigli, come riporta il sito del Consorzio Est Ticino Villoresi.

Diga di Turbigo

Questa in foto è la diga di Turbigo, sullo sfondo la centrale termoelettrica, e da qui inizierà la secca del Naviglio Grande

Ricordiamo che le manovre di riduzione e reimmissione delle acque nei canali sono progressive, inizieranno indicativamente nelle date
sopra indicate, ed avranno una durata variabile per ogni canale, tali date potranno essere soggette a modifiche in
relazione a sopraggiunte necessità consortili

Inoltre, durante il periodo di asciutta, è vietato ingombrare in qualunque modo l’alveo dei canali e navigare, salvo specifica autorizzazione del Consorzio Est Ticino Villoresi.

Anche la pesca è vietata durante l’asciutta.

Calendario asciutte Navigli

Le asciutte sono indispensabili per mantenere l’efficienza e la sicurezza dei canali, per riparare le sponde franate, per recuperare il degrado dopo anni d’incuria, per limitare l’espansione delle erbe palustri e scongiurare il rischio che i canali possano diventare paludi ed evitare di giungere a situazioni di degrado tali da compromettere la funzionalità dei canali.

Qui di seguito il calendario con le asciutte dei Navigli programmate dal Consorzio Est Ticino Villoresi.

Storicamente vengono effettuate due asciutte, una primaverile e una autunnale (la cosiddetta “asciutta autunnale” che va indicativamente da ottobre a novembre e l’ ”asciutta jemale” o invernale nel periodo febbraio/marzo.

 

Fonte:
– http://www.etvilloresi.it/portal-villoresi/page148a.do?link=oln643a.redirect&seu311a.oid.set=158

Sala: ipotesi 2020 per i cantieri della riapertura Navigli

La riapertura dei Navigli entra nel vivo?

I primi cantieri nel 2020, sono una prospettiva realistica” – annuncia Sala anche se precisa che prima bisogna trovare i fondi necessari.

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, è stato intervistato dopo la presentazione del libro “I nuovi Navigli milanesi. Storia per il futuro” presso l’Urban Center di Milano, riguardo la possibile riapertura della Cerchia interna dei Navigli, che a fine ‘800 cingeva tutta la città.

Rendering riapertura Naviglio presso Parco Vetra – Urbanfile

Ne ho parlato questa mattina anche con Fontana –  presidente neoeletto della Regione Lombardia – . Se già trovassimo una forma per mettere insieme Comune e Regione sarebbe un bel passo avanti, poi magari ci sono altre possibilità su cui stiamo lavorando. Però conto molto sul sostegno di Fontana che, personalmente è favorevole, però deve ancora fare una giunta” Ha dichiarato il Sindaco di Milano. Leggi tutto

Lo smantellamento dei “Barconi” sul Naviglio Pavese

È in corso l’operazione di smantellamento degli esercizi galleggianti presenti lungo il primo tratto del Naviglio Pavese in via Ascanio Sforza. L’intervento arriva dopo che il Tar, nel luglio scorso, ha rigettato l’ultimo ricorso presentato dai proprietari dei barconi abusivi, per occupazione non autorizzata di spazio del Demanio. Il Comune di Milano ha sempre ritenuto i ristoranti galleggianti incompatibili con i vincoli ambientali cui sono soggetti i Navigli.
Le operazioni dureranno fino a venerdì 5 gennaio. I barconi non saranno completamente smantellati. Al momento viene tolta la parte superiore per permettere di sollevarli dal Naviglio Pavese e poi portarli con trasporto eccezionale in un deposito.

E’ dal 1995 che va avanti la battaglia legale dell’amministrazione contro i tre barconi, che già all’epoca non avevano un regolare permesso per l’occupazione di uno spazio demaniale, ovvero le acque del Naviglio. “Incompatibilità con la qualità monumentale dei siti e con la navigazione turistica“: questo dicono già da anni i numerosi tentativi del Comune, con il parere di appoggio della Sovrintendenza, per mandare via i barconi. Due appartengono alla pizzeria Le Mole, uno al Cristal Pub e un altro all’Old Camillo’s Pub.

La strada (via A. Sforza) resterà chiusa fino al completamento dei lavori, previsto per sabato.

“Un pezzo di storia che se ne va“, a detta di molti, tuttavia in un’ottica di un futuro ripristino della navigazione sul canale, questo intervento risulta tanto necessario quanto doloroso.

Molto apprezzati dai giovani che popolano la movida milanese del sabato sera, affascinanti e folkloristici per i turisti, ricercati dai fotografi, che sempre più spesso si appostano sul cosiddetto “ponte del Trofeo” per fotografarli. Insomma, nell’immaginario collettivo e turistico, Milano era anche questo…

Si spera che la decisione sia stata presa soprattutto in vista di un ripristino totale della navigazione sul canale, piuttosto che per una mera questione di guadagni e permessi demaniali negati.

 

La Noria sul Martesana a Groppello d’Adda

Presso il centro del paese, sulla sponda destra del Naviglio Martesana, si trova un’imponente ruota idraulica (popolarmente chiamata “El rudun”) che si dice sia stata progettata da Leonardo Da Vinci in persona.

Malgrado le apparenze la ruota non è un mulino, ma una Noria. Il nome è spagnolo e significa  “ruota”, ma a sua volta deriva dall’arabo ناعورة‎, nā‘ūra, che significa invece vociare, zampillare.

La sua funzione infatti non è mai stata quella di macinare cereali o muovere macchinari, bensì quella di sollevare l’acqua del naviglio per poterla convogliare in un sistema di irrigazione e trasferire parte delle acque al Palazzo Arcivescovile, edificato da Carlo Borromeo su una precedente costruzione del 1018.

Un parziale restauro effettuato negli anni novanta ha ripristinato il sistema di sollevamento dell’acqua, permettendo alla ruota di continuare a funzionare (per scopi prevalentemente didattici e rievocativi) fino all’alba del terzo millennio. La mancanza di manutenzione negli anni seguenti ha tuttavia pesantemente degradato la struttura, che nel 2008 giaceva così in rovina.

Nel 2009 è stato quindi effettuato un nuovo restauro con rimozione della ruota e ricollocazione della stessa completamente restaurata.
Il 24 dicembre dello stesso anno la ruota è rientrata in funzione.

Incile e Noria separati dal Ponte sul naviglio.

Le bellissime fotografie sono di Gianfranco Bugini.

Il Ponte del “Trofeo”

Il ponte del Trofeo è situato sul ponte posto all’incile del Naviglio Pavese, appena dopo la Darsena, e prende il nome da un monumento costruito in epoca spagnola, comunemente detto “trofeo di Fuentes”, dal nome del nuovo governatore dello Stato di Milano, don Pietro Enriquez de Acevedo Conte di Fuentes

, che ridiede vigore all’opera del Naviglio Pavese, il quale progetto era stato abbandonato anni prima.  Leggi tutto

error: Content is protected !!